Programma

PROGRAMMA ELETTORALE della Lista Civica “FUTURO COMUNE”

Il compito del Comune di FIUMICELLO VILLA VICENTINA è, a nostro parere, quello di promuovere il miglioramento non solo della qualità di vita, ma anche quello culturale,  in un contesto sociale tollerante ma sereno, equilibrato, saggio.
L’apparato istituzionale non deve porsi al di sopra del cittadino al fine di monopolizzare le decisioni, ma ascoltare, valutare, sostenere, delle iniziative, delle idee e dei bisogni.
La nostra Lista Civica denominata “FUTURO COMUNE” è consapevole che, in caso di elezione, per tutta la durata del mandato, vi saranno più oneri che onori.
Un’amministrazione pubblica come la nostra avrà la voce e la forza dei cittadini che ne fanno parte.
La vera democrazia è partecipazione e si esprime al meglio con l’ascolto, la consultazione, l’informazione e la trasparenza.
La futura Amministrazione dovrà dare spazio, sostenere, aiutare tutti i cittadini ed i progetti meritevoli che sono rivolti al bene comune ed al miglioramento del nostro Paese .
Attenzione massima va rivolta a ridurre gli sprechi.
Abbiamo la volontà di valorizzare al massimo le risorse, le opportunità e tutte le potenzialità che ci circondano e che non sono certamente poche.
Abbiamo il dovere di trasmettere l’entusiasmo e la voglia di fare.
La crisi economica, l’indifferenza, i pregiudizi hanno marginalizzato alcune fasce di popolazione più deboli; per questo esistono già diverse iniziative socio-assistenziali a
sostegno degli individui più indifesi che sono egregiamente supportati dalle nostre meritevoli Associazioni di volontariato: ciò va ulteriormente incentivato ed altri strumenti di assistenza vanno individuati e sviluppati.
L’ambiente va considerato attentamente, scientificamente e non con ideologie cieche ed ottuse.
La Comunità di Fiumicello ora unita a quella di Villa Vicentina non è ancora abbastanza coesa, ma è costituita da persone ricche di sensibilità, umanità ed entusiasmo che non pensano solo a se stesse, ma anche alla crescita e al benessere comune e condiviso.
Le varie attività sportive, culturali, sociali organizzate dal comune e create con la partecipazione dei giovani stessi, saranno incentivate con forza, per la loro educazione e
crescita accanto alle famiglie.
I giovani sono la nostra vita, il nostro amore presente e saranno il nostro futuro, le nostre speranze: ciò per cui vale la pena impegnarci tutti, tutti i giorni, in casa e fuori.

PUNTI PROGRAMMATICI

  • Priorità nella manutenzione del territorio (marciapiedi, strade, scoli, fognature e
    revisione segnaletica stradale);
  • Revisione delle imposte comunali (oggi al massimo);
  • Incontri mensili con la popolazione per illustrare e ricevere le problematiche
    emergenti;
  • Lotta agli sprechi e taglio delle spese “del palazzo”;
  • Armonizzazione dei piani regolatori;
  • Razionalizzazione e uniformazione delle risorse del Comune;
  • Revisione delle funzioni di polizia urbana, vicino al cittadino, comprese le nuove competenze agricolo-forestali, privilegiando i compiti di prevenzione, di
    informazione e formazione e NON di repressione;
  •  Istruzione ed educazione civica in collaborazione con gli istituti scolastici;
  • Attività di tutoraggio nel percorso educativo scolastico;
  • Messa in sicurezza con la delimitazione, il controllo e la recintazione delle areescolastiche e di aggregazione ;
  • Potenziamento dei contributi alle famiglie per l’acquisto dei libri di testo scolastici che attualmente vengono erogati fino alla frequenza della seconda media superiore: il Comune si impegnerà a raccogliere annualmente i libri di testo usati da poter poi riutilizzare per altri studenti negli anni successivi;
  • Completamento del percorso ciclo-pedonale cittadino;
  • Creazione di nuove e potenziamento delle esistenti infrastrutture tecnologiche di comunicazione: punti wi-fi, linea adsl e fibra ottica;
  • Censimento degli immobili a disposizione del Comune al fine di individuare spazi, e migliorare quelli esistenti, da poter offrire alla popolazione per momenti di incontro ed aggregazione;
  • Valorizzare e coordinare il ruolo e le funzioni della Protezione Civile che da anni è la mano ed il cuore della Comunità: persone sempre pronte a donare gratuitamente parte del loro tempo agli interessi ed alle attività del Comune e della cittadinanza;
  • Pubblicare mensilmente il giornalino “Il Comune informa”, dove al suo interno i cittadini troveranno non solo i vari appuntamenti culturali e sportivi ma anche informazioni di interesse legislativo, informativo, sociale;
  • Prevenzione ed informazione sulla salute attraverso conferenze, incontri su tematiche specifiche, con la partecipazione di esperti della materia e implementazione dell’azione infermieristica;
  • Coordinamento dei servizi resi per l’assistenza sociale;
  • Difesa delle risorse idriche esistenti, in particolare per il mantenimento della qualità dell’acqua;
  • Mantenere sotto controllo lo stato e l’efficienza del depuratore;
  • Ampliamento del parcheggio cimiteriale di Villa Vicentina;
  • Progetto di recupero delle vecchie caserme di Villa Vicentina attraverso contributi pubblici e progetti “start-up”;
  • Valorizzazione della “fossa vecchia” ai fini produttivi ed economici;
  • Recupero di percorsi e spazi esistenti già attivati ma poi dimenticati nell’area della Riserva Naturale Parco dell’Isonzo;
  • Valorizzare il territorio ed i suoi prodotti promuovendoli nel mercato;
  • Creare nuovi luoghi di incontro ludico, sportivo, culturale;
  • Aprire uffici dove professionisti possano offrire assistenza alle problematiche burocratiche e sociali in conseguenza al crescente uso e approccio al nuovo sistema multimediale, che non tutti sanno ancora usare in modo adeguato:
  • Nel periodi festivi ed estivi creare un “mercato di paese” al coperto, dove i cittadini possano vendere e promuovere i loro prodotti al pubblico: un esempio già riscontrato positivamente nel corso dell’iniziativa della “ notte bianca”:
  • Sviluppare collegamenti di viabilità aggiuntivi “da e verso” le realtà territoriali limitrofe;
  • Creare nuovo centro di raccolta (affiancandolo a quello esistente), dove vengano prodotti, elettrodomestici, mobilio ed oggettistica varia, al fine di re-immetterli in un mercato parallelo a quello dell’usato; i proventi di tale commercio verrebbero versati come tributi a tutti coloro che avessero contribuito alla relativa raccolta, riparazione e vendita.

Siamo consapevoli che il programma appare corposo e impegnativo, però confidiamo di poter reperire sempre i finanziamenti necessari, ma soprattutto di poter contare sull’aiuto della popolazione TUTTA indistintamente: perché si tratta di consolidare un BENE COMUNE